mercoledì 17 giugno 2015

La legge dell'attrazione e riconoscere le emozioni

La legge d'attrazione è attiva sempre! Anche quando siamo in quei periodi in cui non siamo allineati con la fonte. Infatti in questi giorni ...

Cari lettori, 
ribadisco: la legge dell'attrazione è una cosa straordinaria! Sia nel bene che nel male. Questa ultima settimana sto vivendo un momento dove mi sento particolarmente non allineato. Infatti questo mio stato d'animo si ripercuote nella mia vita con piccole e grandi avvenimenti negativi. Ma la cosa confortante di questo mio "periodo no" è che mi sta dando consapevolezza sulle mie emozioni.

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Guarisci Te Stesso

Sul perché la legge di attrazione non funziona lo avevamo già visto e avevamo già parlato dell'importanza del sentire le emozioni.
Ebbene, in questa settimana e mezzo mi sono reso conto di quanto questo sia vero. Mi trovo stranamente agitato, irrequieto e un poco ansioso in questo ultimo periodo. Niente di così eccessivo però si sono manifestate situazioni spiacevoli in ambito lavorativo: l'insicurezza, i dubbi e la paura di non farcela mi hanno portato ad attrarre situazioni negative a lavoro. Di conseguenza queste situazioni negative mi hanno portato a fare dei pensieri negativi e, come ben sappiamo pensiero simile attrae pensiero simile, ho iniziato ad avere la testa piena di pensieri non allineati con quello che voglio.
Esempio pratico: il problema che mi si è presentato sul lavoro mi ha generato ansia e insicurezza. Grazie a mille salti carpiati della mia mente questa ansia è montata fino a quando ho pensato addirittura che mi avrebbero licenziato. Questo fa capire come un intoppo causato da un piccolo pensiero possa lievitare fino a diventare un enorme montagna.
Ecco i risultati di tutti questi pensieri: problemi (del tutto risolvibili) sul lavoro, il ritorno di un dolore al ginocchio sinistro (che non mi faceva male così dalla mia adolescenza!), il ritorno di dubbi nella mia situazione sentimentale e  il ritorno dell'ansia.
Questo è quello che si ottiene quando siamo influenzati dal mondo esterno e non quando siamo noi a influenzare il mondo esterno.

Riconoscere le emozioni

Nonostante tutto sono grato a tutti questi "momenti no" perché mi danno la consapevolezza, la certezza e un'ulteriore prova che i nostri pensieri cambiano il mondo attorno a noi. Inoltre mi regalano la consapevolezza delle mie emozioni, che, come i pensieri, possono essere positive o negative. Con un piccolo sforzo possiamo riconoscere le nostre emozioni e grazie a questo ho capito come fare. So bene che riconoscete le vostre emozioni e sapete bene quando una di queste vi fa star bene o vi fa star male ma magari certi particolari vi sono sfuggiti e spero di rendermi utile con questo mio post.
Le emozioni sono:
  • positive quando avvertite come un piacevole nodo proprio in mezzo al petto come se stesse pronti a scoppiare a urlare dalla felicità, il respiro è rilassato e siete leggeri. Questo è il momento di approfittarne e iniziare a fare pensieri creativi.
  • negative quando avete un forte senso di pesantezza all'altezza dello stomaco, il respiro è corto e intermittente, a volte si avverte come un opprimente nodo in gola, il battito del cuore è forte ma pesante
La cosa curiosa che quando avvertite queste emozioni negative in maniera costante per tutta la giornata è certo che attrarrete cose ancora più fastidiose. A me, ad esempio, piace cucinare e in questi giorni quando mi metto ai fornelli non mi riesce nemmeno una frittata, ma sopratutto mi sono accorto che sono più "impacciato" come il fatto che mi sia caduto un uovo, rovesciato un posacenere, versato metà della pasta da cuocere fuori dalla pentola, ecc... ecc... Gestire queste situazioni è relativamente facile; io non mi lamento e non impreco, semplicemente mi metto a ridere così non aggiungo altra negatività al mio orientamento già negativo.

Vi sto raccontando tutto questo perché è utile conoscere (e riconoscere) i periodi negativi per imparare a gestirli e a modificarli con i nostri pensieri. Io mi trovo ancora in questa situazione dove l'ansia lavorativa, economica e sentimentale ha preso il sopravvento, ma già solo il fatto di avere scritto questo blog e condividere con voi questa mia esperienza mi ha riportato già ad uno stato più tranquillo e recettivo. Spero vi sia utile!

Buona vita!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+