mercoledì 12 ottobre 2016

Come creare il tuo spazio sacro

È importante curare la propria spiritualità per questo è consigliabile realizzare nella propria casa un angolo che per voi è da considerarsi sacro...



Cari Creatori Consapevoli
abbiamo visto quanto sia importante controllare e avere cura dei propri pensieri vivendo con una attitudine positiva. Sappiamo che dobbiamo costantemente fare esercizi per poter trasformare noi stessi in veri Creatori Consapevoli. Nella mia continua ricerca di materiale sulla spiritualità mi sono imbattuto in un video di Wayne Walter Dyer. Durante il suo intervento diceva di creare nella nostra casa uno spazio, un angolo per noi sacro. Uno spazio da rispettare dove meditare e riflettere.



Questo è il mio spazio sacro. Quello che vedete nella foto. È ancora un po' scarno ma è qui dove mi piace rilassarmi, riflettere e dove vorrei meditere. Ho già meditato alcune volte però spero che con la creazione di questo spazio sacro riesca a motivarmi e iniziare a meditare con costanza.

Come creare un spazio sacro

Non c'è una regola per creare il proprio spazio sacro. Perché è qualcosa di personale. Io ho comprato dei tappeti e dei cuscini per iniziare e ho sfruttato le piante del mio appartamento per fare una specie di divisoria con il resto della casa. Questo "ritaglio di casa" ha giusto la finestra di fronte, cosicché nelle ore soleggiate del pomeriggio mi entri il sole. Questa estate non nego che ho anche approfittato per prendere il sole.
In più ho creato questo spazio anche per ricevere amici e rilassarmi bevendo qualcosa con loro. Sì lo so è il mio spazio sacro ma lo condivido con qui voglio e voglio che anche altri possano goderne, sopratutto se sono amici (la verità è sufficientemente grande per ospitare me e un ospite). Inutile dire che il mio chill-out diventa ancora più sacro quando sono solo e mi rilasso seduto o sdraiato sui cuscini, leggendo un buon libro ma sopratutto meditando.


Lo spazio sacro deve essere però qualcosa che per voi abbia un significato. Per esempio io mi sono circondato di piante perché mi rilassano e mi mettono in armonia con la natura. Ho messo candele e ho bruciatori di incenso. Tutto per poter ritrovare il contatto con me stesso. Lo rispetto e lo curo. Se non volete o potete fare qualcosa del genere basta che sia un angolo speciale della vostra casa dove potete mettere una candela o una piantina. Deve essere semplicemente un posto dove rilassarsi, riflettere e meditare. Wayne Dyer raccontò che nel suo angolo sacro mise delle foto di uomini per lui molto importanti come Gandhi e Lao Tse Tung.
Abbiate cura del vostro spazio sacro perché così vi prenderete cura di voi stessi.

Buona vita
Andrea

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+